Analisi critica de “IL CARNEVALE DELLA VITA”

Orfeo riuscirà a portare alla luce Euridice? Riuscirà la magia della poesia a costringere all’interno delle parole la “liquidità” dell’esistente? Non è forse questa la lotta senza quartiere, lotta che ingaggia ogni poeta durante tutto il tempo della sua produzione,nella certezza della sconfitta?

Eppure Debora Cappa vuole continuare a credere nella magia della scrittura in versi e continua a credere con la fede che sorregge responsabilmente l’uomo di fronte alla consapevolezza del limite: “attraverso / le maschere / della falsità, / come gli stupefacenti / ed infiniti / effetti / della rifrazione / della luce / in un prisma”.

Ne deriva la necessità di aprirsi alla vita, al paesaggio, alle persone: “Lo sguardo / non può / abbracciare / il meraviglioso / sconfinato / paradisiaco / litorale, / liberato / delle file / di ombrelloni / che, in estate, /lo sezionano / in settori / di colori”.

 

Giuliano Ladolfi

poeta,saggista,critico d’arte,giornalista,organizzatore culturale,docente universitario

 

 

Annunci

Valutazione critica de “IL CARNEVALE DELLA VITA”

Mi sembra, come opera prima, che dimostri qualità, e che quindi possa essere l’inizio di una carriera poetica, sempre che il talento naturale sia sostenuto da passione lavoro serio, per acquisire una voce sempre più personale e una gamma tematica ricca e man mano più profonda. Ma immagino che, oltre che esordiente, lei sia anche giovane, quindi c’è tutto il tempo.

 

Mauro Ferrari

poeta,scrittore,critico,saggista,direttore de La clessidra,rivista specializzata in poesia

 

 

Esame critico de “IL CARNEVALE DELLA VITA”

Il contenuto l’abbiamo trovato piuttosto interessante e anche ben scritto.

 

Fulvio Mazza

scrittore,giornalista,saggista e storico

 

 

Giudizio critico su “IL CARNEVALE DELLA VITA”

Una poesia fluente, d’immediata comprensione, ricca di pathos e di sentimento; descrittiva e introspettiva ad un tempo.

 

Antonio De Marchi Gherini

poeta,scrittore e critico

 

 

Parere critico su “IL CARNEVALE DELLA VITA”

Un libro ancora “magnetico”…

 

Amedeo Anelli

poeta,saggista,critico d’arte,direttore rivista di poesia e filosofia Kamen’

 

 

Recensione de “IL CARNEVALE DELLA VITA”

Un’opera d’esordio riveste sempre una sua importanza: non conoscendo però l’età dell’autrice diviene meno precisa la collocazione critico-storica.

Ma il titolo fornisce un dato sicuro:la vita, o il suo carnevale,affiora dai testi di questa nutrita raccolta divisa praticamente in due parti.

Come aspetto formale versi perlopiù brevi che si snodano quale cristallino torrente di parole con sensibilità per i contenuti, ma anche per colori e timbri limpidi: ‘gocce di luce | imperlano | di giochi | luminescenti | il chiarore | delle acque’ (Un tuffo di vita, vv. 42-47)..

 

Luciano Nanni

scrittore e critico

 

 

Scheda di lettura de “IL CARNEVALE DELLA VITA”

Il libro si compone di una raccolta di circa sessanta poesie nelle quali l’autrice è alle prese con la descrizione di una realtà priva di una certa naturalezza, e nella quale l’epifania è “a viso scoperto” e detenendo un “credo” che ci permetta di… condividere il dolore anziché mascherarlo fino a farsene consumare…
Lo stile pare un lirismo narrativo sicuramente frutto di una dote lirica innata e di una ricerca non ossessiva della parola che si traduce in una discorsività data dalla voglia di comunicare ed entrare in relazione con il lettore.

dott. Carlo Picca
resp. – letteraria Odusia –